CS:GO ELEAGUE – European Minor Open qualifier, bannati tre giocatori

306

Il recente online open qualifier per la ELEAGUE Boston Major ha visto bannati per cheating ben tre giocatori.

KerZe del Team Optimistic, Ciocardau del Team Invictus Aquilas e SodaH del team PlanetenOG sono stati beccati in flagranza da CEVO, il server client host, durante i loro matches di qualificazione. Il ban di Ciocardau è stato immediato attraverso l’anti-cheat client, mentre KerZe è stato bannato in seguito ad una revisione di CEVO in accordo con Nathan NBK Schmitt dei G2 Esports. Non è chiaro se l’anti-cheat abbia svolto un ruolo cardine in tutti gli episodi di ban dei tre giocatori.

Dopo la sentenza, tutti i team affiliati ai giocatori sono stati squalificati dal qualifier. Gli Invictus Aquilas hanno da subito difeso l’integrità del loro giocatore Ciocardau su Twitter, dicendo che il suo ban è stato dovuto “ad una grave mancanza di fiducia di CEVO”. Successivamente hanno postato il link alla demos del loro giocatore per dimostrare la sua innocenza sulla questione.

Nel match tra PlanetenOG e LPSP, alcuni giocatori dibattendo sulla vicenda, hanno portato alla luce il fatto che SodaH non è nuovo ai ban con il CEVO client. Anche EKLN, un altro giocatore dei PlanetenOG, è stato oggetto di diversi dibattiti dopo che è emersa su Steam una chat log sospetta.

Tutti i fans di CS:GO sperano che non ci saranno altri episodi di cheating nei prossimi stages delle ELEAGUE Major di Boston, così come nei futuri qualifier online.

 

Appassionato di Esports, Gaming e Tecnologia, ha deciso di tramutare la sua passione in qualcosa di più concreto per tutti.