Mondiali 2017 – Group Stage – Day 3

188

Il day 2 è quasi una inaspettata rivincita per i team occidentali. Un girone con in testa un team occidentale era un pensiero azzardato prima di oggi. 

Ricordiamo che durante le fasi iniziali del torneo le squadre si sfideranno in una Bo1, e solo quelle con il maggior numero di vittorie riuscirà a passare alla fase successiva.

Alla fine del day 2 di 4 ci siamo ritrovati con dei risultati completamente inaspettati. Qualcuno potrebbe supporre che sia un sintomo dei mondiali, infatti anche il day 3 ci riserva grandi sorprese. 

Situazione alla fine del Day 2

 

TSM vs WE

Partita lenta nelle prime fasi di gioco, con i TSM che provano a creare vantaggio tramite giocate aggressive. Sono però i WE che riescono ad ottenerlo, anche se per poco tempo: i TSM cominciano infatti a conquistare obbiettivi per pareggiare la differenza di gold. Successivamente un Barone e diversi fight favorevoli, ma soprattutto grazie ad una performance straordinaria di Doublelift e Bjergesen, riescono a portarla a loro vantaggio per vincerla al minuto 34.

Pick e Ban

 

Post-game Breakdown

FW vs MSF

La fase di drafting ha evidenziato la volontà di entrambi i team di concentrarsi sul late game. I primi minuti sono stati nuovamente lenti ad ingranare e non si sono viste grandi azioni da parte dei due team, o almeno è stato così finchè non si è assistito ad un first blood per i MSF. I FW quindi cercano di riguadagnare abbastanza vantaggio puntando ad un preziosissimo drago della montagna.  La partita (non) è stata caratterizzata da poche kill, poche azioni e si è arrivati ad un punteggio di 0-6 per i MSF senza neppure rendersene conto visto il lento vantaggio che stavano accumulando. Vantaggio però fondamentale per poter terminare la partita aiutati dal Barone conquistato intorno al minuto 40, utilissimo per entrare dalla top lane avversaria a conclusione di un teamfight favorevole e che li porta a chiudere il tutto intorno al minuto 45.

Pick e Ban

 

Post-game Breakdown


 

G2 vs FB

Partita semplicemente a senso unico. I G2 in grande forma si fanno sentire già in laning phase e si impongo in maniera schiacciante sui loro avversari con un first blood che anche se preso nei primi 9 minuti sembra decreti già il risultato dell’intero game. Tutte le lane poco a poco prendono vantaggio sulle loro rispettive controparti per differenza di minions e quindi di gold sempre più distante, mentre gli obbiettivi vengono tutti intercettati dai G2, tra cui anche 2 draghi. Il FB non sembra reagire in alcun modo, si possono vedere sulla difensiva, per di più compiendo diversi errori di posizionamento non da poco che gli costeranno il nexus.

Pick e Ban

 

 

Post-game Breakdown

SSG vs RNG

Partita interessante e attesa da molti. Entrambe le squadre si sono viste da subito agguerrite per via di diversi engage e invade: segno evidente di quanto tutti e due i team ambiscano a questa importante vittoria. La situazione rimane in parità finché non viene ottenuto un first blood a beneficio dei RNG riuscendo così a sbloccare il risultato. Il resto della partita comincia ad essere tutto in salita per i SSG nonostante la loro bravura. Gli RNG infatti possono imporsi più efficiamente grazie alla kill ottenuta in precedenza ed in questo modo riescono ad abbattere la squadra avversaria. Aiutati sicuramente dalle performance di uno strabiliante Uzi, autore di una triple kill veramente fondamentale, mettono i SSG alle strette: sono costretti ad indietreggiare ma la frontline dei RNG è diventata ormai troppo potente per la loro. Dopo soli 27 minuti i RNG buttano giù il nexus nemico, vincendo in maniera perfetta.

Pick e Ban

 

 

Post-game Breakdown

 

SKT vs AHQ

Partita che si imposta in maniera particolare, con gli SKT che provano ad invadere già nei primi 4 minuti gli avversari. Alcuni scambi di colpi, un red buff, qualche flash ed è subito emozione. Si continua però sulla stessa onda, con una situazione di parità che si conferma per gran parte del game, nonostante gli AHQ abbiano ottenuto più uccisioni fino ad arrivare ad un risultato di 2-5 per loro. D’altra parte gli SKT bilanciano la differenza di gold grazie alla conquista di diversi obbiettivi, quali torri e draghi, assieme all’enorme vantaggio di minions ottenuto da Huni.  Il game continua fino ad arrivare in late game e a questo punto sono gli SKT che cominciano ad ottenere vantaggio sui loro avversari, sicuramente grazie alla composition orientata al late game. Un teamfight vinto allarga le distanze ancora di più, fino ad arrivare a quello cruciale: gli AHQ tentano un Elder Dragon ma gli SKT se ne accorgono e lo contestano e, protetti dalla grandezza (letteralmente) del Cho’gath di Huni, riescono a dare lo spazio di cui ha bisogno Bang per infliggere i danni che un Twitch sa fare per vincere il fight e quindi il game.  SKT infermabili si dimostrano nuovamente un team di altissimo livello chiudendo la terza giornata con un risultato di 3-0.

Pick e Ban

 

Post-game Breakdown

 

C9 vs EDG

Ultima partita della giornata con gli EDG 0 – 2 che rischiano seriamente di non passare alla fase ad eliminazione. Si vedono i C9 prendere subito vantaggio con un first blood ai danni di Scout, che muore nuovamente dopo pochi minuti dalla sua prima caduta. Gli EDG provano a rispondere in qualche modo, ma i C9 continuano ad aumentare le distanze.  Jensen davvero importante per il suo team riesce ad ottenere un adeguato numero di uccisioni durante i vari fight e porta alla vittoria il proprio team, a questo punto della partita in grado di assaltare da tutte le lane il nexus nemico.
 

Pick e Ban

 

Post-game Breakdown

 

Il giorno tre conferma l’inaspettata potenza dell’America nella competizione e la ripresa da parte dei team del vecchio continente. Forse uno dei risultati più inaspettati è la vittoria dei C9 sugli Edward Gaming, o meglio ancora il trovare gli EDG in fondo alla classifica con 0 vittorie e tre sconfitte. C’è un po’ di malinconia nel vedere in fondo la classifica del loro girone i FNC. Vedremo domani per l’ultima giornata del girone di andata cosa succederà per trarre conclusioni più complete. 

La terza giornata dei mondiali si è quindi conclusa con la seguente situazione nei primi tre gruppi:

Entrato nel mondo dell'eSport con la S maiuscola un po' per caso, si ritrova a dirigere una fantastica redazione e una community tanto grande quanto meravigliosa. Ora è il caporedattore, ma nel "tempo libero" studia ingegneria elettronica al PoliMI.