Quarti Worlds 2017- RNG vs C9 – L’oriente nuovamente in vetta

280

Si è appena conclusa la quarta giornata dei worlds che ha visto come protagonisti il team Cloud9 e il team WE.

Lo stile di gioco del team WE ha fatto la differenza, con un risultato definitivo di 3-2 alla fine la loro solidità ha trionfato contro il team americano.

Il Team WE è uno dei più vecchi team professionali del panorama di League of Legends, recentemente risorto con la moderna iterazione nelle LPL. Finalmente nello spring split del 2017 i WE riescono a battere i Royal Never Give Up reclamando la corona delle LPL. Il Team si è qualificato poi ai Worlds 2017 come #3 seed Cinese dopo la vittoria nelle LPL Regional Qualifier.

Con la vittoria contro i Counter Logic Gaming nelle NA LCS Regional Qualifier i Cloud9 si ritrovano nuovamente a rappresentare il Nord America ai worlds al #3 seed della regione. Comparsi nella scena competitiva dal 2013 il team americano è riuscito ogni anno a conquistarsi un posto ai mondiali. Nel 2016 è stato l’unico team NA ad uscire dai group Stage.

Dal canto loro il Team WE si trova in casa ed il tifo è certamente a loro favore, ma i Cloud9 non demordono e ci regalano una quarta giornata di qualifiers senza esclusione di colpi.

Andiamo a rivivere i momenti salienti di questi game con un breve recap delle partite.

 

GAME 1

Pick and bans

Dalle team comp è facile evincere come il Team WE sia molto più solido in late game e durante i teamfight, mentre i C9 decidono di optare per una comp da early game cercando quindi una risoluzione del game a breve termine. 

Nonostante il dive nella corsia superiore da parte dei WE l’intervento tempestivo di Jensen risolve la situazione con un primo sangue sul Cho’Gat di 957 per poi continuare conquistando una seconda kill su xiye, la situazione si conclude con un 2 kill a 1 per i C9 ed Impact spedito in base. Come preventivato i C9 nei primi minuti riescono ad acquisire un vantaggio enorme, ottimo il loro macrogame, non resta che mantenere il vantaggio. Arrivati in mid-late game assistiamo al comeback del team WE, sradicano dalle fondamenta il vantaggio dei Cloud9 annullandoli quasi completamente per il resto del game. 1 a 0 per i Cinesi.

GAME 2

Pick and bans

Nel secondo game i Cloud9 capiscono che è il caso di puntare sui teamfight, la loro team comp è incentrata proprio su quello.

Tutta un’altra storia questa volta per i Cloud9, svelano le loro carte e si impongono con prepotenza fin da subito. Il Team WE non demorde ma la solida team comp del team americano sembra avere la meglio durante la prima fase del game. Nonostante lo svantaggio i ragazzi del team WE riescono a mantenere i nervi saldi e non demordono. Una tristana favolosa nelle mani di Sneaky rende il tutto molto più difficile per il team cinese. Dopo la conquista del barone i Cloud9 hanno il game nelle proprie mani, il rush finale determina l’1-1.

GAME 3

Pick and bans

Stesso giorno, stesso match, ed i Cloud9 vincono nuovamente la fase di draft, ancora una team comp solida per i teamfight e sempre Tristana nelle mani di Sneaky, pronta a seminare terrore.

Subito in corsia superiore la situazione si fa critica per 957, tuttavia un piccolo aiuto della torre regala la prima uccisione al team orientale. Prima dei 10 minuti assistiamo ad un 2 vs 2 eclatante in corsia inferiore, la coppia Sneaky-Smoothie con Tristana-Janna la fa da padrone e spedisce la botlane Cinese in base. I WE non si fanno cogliere impreparati, rimanendo concentrati, tuttavia nulla possono contro la coppia Tristana-Janna americana. Questa volta il vantaggio diventa sempre più evidente, il team orientale cerca di difendere il difendibile, ma non c’è nulla da fare, i Cloud9 fanno l’impensabile, l’impossibile.  2-1 per gli Americani, il sogno continua.

GAME 4

Pick and bans

Questa volta le team comp si equivalgono, ma il team dei WE ha molta più possibilità di engage.

Subito i WE impongono il proprio gioco, questa volta la situazione sembra molto diversa. Il team cinese decide di sfoderare tutte le sue abilità per poter schiacciare in una morsa i ragazzi del team Americano. Annullando completamente Sneaky  fin dalle prime fasi di gioco i WE in 25 minuti prendono controllo della base nemica, due inibitori a terra. Una game unilaterale, il vantaggio è enorme ed i ragazzi del Cloud9 si trovano in una situazione molto difficile, i cinesi gestiscono al meglio la pressione e portano a casa il game al 33esimo minuto. 2-2 si va al game 5, il sogno degli Americani inizia a vacillare.

GAME 5

Pick and bans

La situazione è critica, i Cloud9 sono – giustamente – provati dalla situazione ed il team WE decide di sfoderare la sua carta vincente, la loro solita e solida team comp incentrata sul carry, ottima in late game. Con Tristana nuovamente bannata, Janna nelle loro mani ed il kog’maw di Mystic, la draft si è risolta decisamente bene per il team orientale.

WE PROTECT THE CARRY

I Cloud9 partono in quarta, non vogliono arrendersi assolutamente al colosso orientale, ai 20 minuti la situazione è 5 a 0 per il Cloud9 ma il macro game dei WE chiarisce clamorosamente come le kill in certe situazioni contino molto poco, nonostante il divario difatti, il team WE si trova in vantaggio di gold e di obiettivi. La situazione non cambia ed il vantaggio dei WE si fa sempre più chiaro, il macro game la fa da padrone, un gioco pulito e le azioni giuste portano i Cinesi alla base nemica con ben tre draghi infernali nelle loro mani. A 32 minuti mystic esegue una delle sue solite magie e insieme al suo team porta a casa la vittoria del game e del match. 3-2 per i WE, finisce qui, addio al sogno americano per questi Worlds 2017.

Ancora una volta i Team orientali si dimostrano essere un passo avanti ai team occidentali, ma il passo è davvero corto quest’anno.

Prossimi incontri 

Entrato nel mondo dell'eSport con la S maiuscola un po' per caso, si ritrova a dirigere una fantastica redazione e una community tanto grande quanto meravigliosa. Ora è il caporedattore, ma nel "tempo libero" studia ingegneria elettronica al PoliMI.