Finale KESPA Cup: Longzhu vs KT Rolster

106

Giunge al termine la principale competizione autunnale coreana con protagonisti di caratura mondiale

La finale di KESPA Cup è stata giocata due dei che hanno sofferto le più grosse delusioni dell’anno: i KT Rolster, che dati come superfavoriti a inizio season non sono riusciti nemmeno a qualificarsi per i mondiali e i Longzhu che, qualificatisi come primo seed coreano sono stati eliminati nei quarti dai futuri campioni dei Samsung Galaxy. 

GAME 1

Il game uno ha riservato qualche sorpresa nella fase di draft.
I ban sono stati tutto sommato in linea con quelli visti nel resto della KESPA, con il blue side che va a rimuovere Xerath mentre il redside si trova a dover scegliere tra diversi powerpick da rimuovere (Ezreal,  Miss Fortune, Jayce, Ornn, Azir per fare alcuni esempi).

Il firstpick di Orrn non è quindi stato una grossa sorpresa, così come la rotation di risposta con Azir (che viene tenuto in altissima considerazione in Corea tanto da essere uno dei pochissimi midlaner che vengono presi nelle prime due rotation di pick) e Kalista.
A questo punto i Longzhu decidono giustamente di non scoprire le proprie carte e di andare a selezionare il proprio midlaner (ovvero Ryze) e uno dei migliori adc rimasti liberi, Varus, sia pure non dal lato della mappa in cui è considerato più forte. 
La comp dei KT necessita di una frontline corposa per permettere a Kalista e Azir di massimizzare il proprio DPS ed è qui che entra in gioco la Sejuani presa per Peanut. 

I ban della second rotation vedono due toplaner per i LZ che rimuovono due buoni matchup contro Orrn e due jungler per i KT che rimuovono quello che è stato il principale rivale di Sejuani negli ultimi mesi (Jarvan IV) e Kha’Zix
Mentre il pick di Taric rientra nell’ottica di protezione della frontline di cui abbiamo parlato sopra, i pick di Alistar e Shyvana sono molto più aggressivi. 
In particolare Alistar ha un ottimo CC punta e clicca da sfruttare per tenere ferma Kalista, mentre Shyvana può permettersi di powerfarmare e scalare con calma contro un tank come Sejuani. Inoltre entrambi portano CC AOE da poter sfruttare in combinazione con la ultimate di Orrn e il suo Brittle
L’ultimo pick è stato riservato per prendere una Fiora che potesse andare a sfruttare la sua capacità di 1v1 contro Ornn.

Il game è stato ben condotto dai Longzhu che hanno preso vantaggio nelle fasi iniziali e lo hanno mantenuto per tutto il resto del game, complici anche tre Infernal Drake di fila, con la Fiora di Smeb che non è riuscita a trovare il vantaggio necessario a snowballare la sidelane.

LZ 1 – 0 KT 

GAME 2

Nel secondo game vediamo un pattern ripetuto per quanto riguarda i ban, tranne per il fatto che sono i KT stessi a rimuovere Miss Fortune e Azir per ridurre al massimo il numero di powerpick disponibili per il redside. 
Il firstpick a questo punto è Jayce che in questo momento è un triplo flex pick: mid, top e anche jungle.
I Longzhu rispondono con il celeberrimo redside Varus e con Jarvan IV, a cui i KT rispondono con Kha’Zix e Kalista. Il Ryze dei Longzhu è una buona scelta in quanto è un safe pick e i ban successivi permettono di rimuovere due tra le lane per lui più ostiche ovveo Taliyah e Syndra, mentre i KT decidono di eliminare dalla draft Rumble e Shyvana.
I matchup della botlane restano invariati rispetto al game precedente, con Kalista-Taric e Varus-Alistar, mentre i KT vanno a pickare un Malzahar per la midlane (pick veramente forte in questo momento) a cui risponde un Lee Sin per i Longzhu che svela come il Jarvan in realtà fosse per Khan.

Il game è molto più combattuto di quello precedente, con continui batti e ribatti tra i KT che mostrano una coordinazione superiore e i LZ che con una serie di giocate individuali riescono a recuperare e a guadagnare obiettivi. 
Alla fine sono i KT che riescono ad imporsi non senza fatica e a riportare la serie sul pareggio

LZ 1 – 1 KT

Game 3

Nel game 3 le side vengono invertite di nuovo ed i Longzhu decidono di ripetere i ban del primo game, mentre i KT optano per la rimozione di Ornn
A questo punto il blue side prende il safe pick di Gnar (dopo la rimozione di Jayce Ornn e Kennen) a cui risponde l’accoppiata Miss Fortune e Jarvan IV.
Azir e Jhin sono due tra i migliori pick rimasti e i Longzhu non se li fanno certo scappare, arriva quindi il Varus dei KT che svela come Miss Fortune fosse in realtà un support, che viene protetto da ban su hard engager come Leona e Sejuani, mentre i LZ si concentrano sul dare a Gnar un winning matchup per la toplane. 
Mentre Alistar è un buon compromesso tra engage e protezione per i Longzhu appare molto più inaspettato il pick di Gragas per i KT, ma si sa che questo champion assume una faccia completamente diversa quando viene giocato in competitive

Per quanto riguarda il game si ha un sostanziale equilibrio per quanto riguarda i gold per la quasi totalità del game, sia pure con i KT in vantaggio di qualche kill, fino a quando i Longzhu si assicurano un baron più teamfight ai 45 minuti e portano a casa il terzo game. 

LZ 2 – 1 KT

GAME 4

Quarto game con poche sorprese nella prima fase della pick e ban. I KT vanno a rimuovere i due support del game precedente, Miss Fortune ed Alistar, e si assicurano il firstpick di Gnar, mentre i Longzhu ricorrono ancora una volta a redside Varus che stavolta si dovrà confrontare con Kalista. Le sorprese grosse arrivano però nella seconda metà del draft con Poppy e Braum per i Longzhu e Thresh per i KT.
La custode del martello è un ottimo pick contro Kalista non solo perchè offre un CC punta e clicca ma anche perchè la sua W le impedisce di sfruttare la sua passiva, Martial Pose

Game veramente ben giocato da parte dei KT che prendono vantaggio in early grazie ad uno Score onnipresente e snowballano la lead fino a chiudere il game al minuto 28 con un vantaggio di 20k gold

LZ 2 – 2 KT

GAME 5 

L’ultimo game non riserva si mantiene sulla stessa linea degli altri game per quanto riguarda la draft, con la conferma del pick vincente per i KT di Thresh a cui i Longzhu rispondono con un Tahm Kench che va sostanzialmente ad annullare la sua presenza in lane. 

Il game risultante è estremamente combattuto, per i primi 45 minuti le due squadre restano vicinissime in termini di gold con nessuna delle due che riesce ad allungare, fino a quando i KT riescono a vincere un teamfight decisivo a metà della midlane e a concludere direttamente il game per via dei lunghi tempi di respawn

LZ 2 – 3 KT