PUBG e Xbox: tutto quello che c’è da sapere

256

L’ormai celeberrimo Playerunknown’s Battlegrounds approda su Xbox come esclusiva.

Come da tempo annunciato da Bluehole e Microsoft, Playerunknown’s Battlegrounds è ormai arrivato su Xbox. Dalla mezzanotte di ieri, infatti, è possibile scaricarlo sulla console e giocarlo in Early Access.

La decisione è stata presa dopo lunghe trattative, che hanno visto partecipare anche la Sony, che voleva ottenere l’esclusiva per PlayStation4. Sembra però che nonostante tutto sia stata Microsoft a prevalere.

Molte sono le domande che si possono porre riguardo la giocabilità e i contenuti di PUBG su Xbox, a partire dal controller e dai suoi comandi.

Controller e comandi

Data la grande varietà di comandi utilizzabili sulla versione per PC, il lavoro di adattamento a un controller con keys ben più limitate rispetto a quelle di una tastiera per computer è stato particolarmente complesso, ma è stata trovata una quadratura. 

Bluehole e Microsoft hanno confermato che ci sarà la possibilità di collegare una tastiera all’Xbox e utilizzare alcuni dei comandi da lì. Ci si potrà infatti muovere con WASD. Il problema è però che con questo metodo, non si può mirare dalla tastiera stessa, e per compiere qualsiasi altra azione, sarà necessario tenere premuto un tasto sul controller dell’Xbox. Una soluzione non molto comoda in fin dei conti.

Per ovviare a tali difficoltà, le due case produttrici si sono impegnate a trovare un layout convincente per il controller dell’Xbox, e sembra ci siano riuscite.

Proprio come accade per giochi come FIFA, infatti, ci saranno diversi setup di comandi, ognuno per una determina funzione del gioco (uno per la modalità in game vera e propria, uno per l’inventario, uno per i veicoli, ecc.).

Base

I comandi generali sono abbastanza immediati: movimento con la leva analogica, tasto direzionale “su” per cambiare metodo di fuoco, A per saltare, Y per cambiare arma.

Mira

Con LB si potrà trattenere il respiro per stabilizzare la mira, con le freccette si potrà zoommare e dezoommare.

Veicoli

Comandare i veicoli sarà piuttosto immediato: basterà infatti accelerare con RT, frenare con Y e uscire con B.

Nuotare

Con B ci si potrà immergere e con A risalire in superficie.

Mappa

La mappa si potrà muovere con RB+L, i markers saranno rimovibili con Y e B servirà a chiudere la mappa stessa e a tornare alla partita.

Inventario

L’inventario sarà probabilmente la cosa più difficile da gestire, in quanto su PC le sue funzionalità erano semplificate dal Mouse. Con X si potrà raccogliere un oggetto, con Y si potrà lasciarlo a terra e con A si potrà scegliere di utilizzarlo. Con l’analogica destra e con le freccette si potrà navigare all’interno del Menù.

Problemi di Frame Rate

Come tutti gli appassionati sapranno, PUBG è un gioco che richiede altissime prestazioni da parte del PC. Era quindi più che lecito domandarsi (in fase di rilascio) come si potesse ovviare a tale pesantezza su una console che sicuramente non può competere con un PC in quanto a scheda grafica.

Pochi giorni fa, infatti, Microsoft ha rettificato l’annuncio dei 60FPS promessi, indicando il valore di 30FPS come massimo. 

Ad un’analisi grafica è stato però notato come anche su Xbox One X i frame facciano fatica a mantenersi anche sui 30 senza subire variazioni.

La Microsoft dovrà dunque inventarsi qualcosa per aumentare la gradevolezza dell’esperienza di PUBG, che si basa comunque molto sulla fluidità del gioco.

Features Mancanti

Dalle prime ore del rilascio, ci si è subito potuti rendere conto della mancanza di almeno 3 features presenti su PC. 

Selettore di Luminosità

Sembra che non sia possibile modificare la luminosità all’interno del gioco, che a prima vista sembra essere impostata di default a meno del valore “50” corrispondente su PC.

Dal momento che in PUBG avere una visuale completa e migliore possibile dell’ambiente circostanze è di vitale importanza, questa pecca sembra essere cosa non da poco.

Server esclusivamente in Prima Persona

Per la gioia dei puristi e degli appassionati degli FPS, su Xbox non sarà possibile utilizzare la modalità in Terza Persona.

Non bisogna però dimenticare che in molti preferiscono comunque tale visuale, e non includerla nel gioco avrà certamente i suoi effetti negativi sui giocatori.

Chat di Prossimità

Nonostante da molti non sia gradita, la chat di prossimità permette di accorgersi della vicinanza di un’avversario. Nella versione rilasciata, questa non sarà presente.

Altre features essenziali, quali la mancanza della modalità per daltonici, sembrano mancare. 

Si tratta di problemi importanti, in quanto l’ottimizzazione di un gioco che ha avuto tanto successo e si spera continuerà ad averne anche su Console dovrebbe essere uno dei primi pensieri delle case madri. 

Al momento, in ogni caso, non c’è da allarmarsi. Il gioco si trova infatti in fase di Early Access, e moltissime modifiche verranno sicuramente introdotte in corso d’opera.

Appassionato di eSports da ormai circa 5 anni. Vuole dare il suo contributo per permettere a questo nuovo panorama di decollare e di affermarsi anche in Italia.