Power Ranking delle EU LCS 2018

400

Manca poco all’inizio delle EU LCS Spring Split, i team sono quasi pronti e come ogni anno non poteva mancare il Power Ranking.

Le EU LCS stanno per ricominciare e quest’anno più che mai si preannuncia un campionato davvero molto frenetico. L’anno scorso abbiamo assistito ad un cambiamento notevole del sistema, con la suddivisione del campionato in due gruppi ed un formato non proprio digeribile a tutti. Questo ha portato la Riot Games a rivalutare l’intero sistema ritornando sui suoi passi e riportando il campionato a 10 squadre con il formato Best of 1.

Lo Spring Split inizierà il 19 gennaio alle ore 18 con il match inaugurale tra G2 Esports e Misfits Gaming, ma è bene conoscere cosa dicano i pronostici prima di inaugurare la stagione.

Andiamo a scoprire la classifica attuale dei migliori team in EU e come potrebbero performare nel prossimo split.

10. Giants

I Giants sono uno dei due nuovi team ad essere tornati alle LCS durante il torneo di Promotion e Relegations alla fine del Summer Split 2017.
La scelta di metterli ultimi è basata su due grosse motivazioni: sono l’unico team a non aver ancora presentato il proprio roster; la recente partenza di praticamente quasi tutto il suo vecchio roster non mette i Giants in una buona posizione.
La dipartita di Gilius, Jiizuké, Minitroupax e Jactroll è sicuramente un colpo davvero forte per i fan ed il team che a meno di un mese dall’inizio dovrà praticamente rifare il team.


I nomi più caldi per i Giants sono: Ruin, Moojin, Betsy, Steeelback e Targamas. Per il momento il team non può quindi essere giudicato, almeno fin quando non sarà annunciato il roster.

Voto mercato: N/D

9. ROCCAT

Uno dei team che ha rivoluzionato completamente il proprio roster con l’inserimento di ben 5 giocatori nuovi, il che è da una parte positivo ma rappresenta comunque un grosso punto interrogativo.

La line up:

  • Profit
  • Memento
  • Blanc
  • HeaQ
  • Norskeren

Dopo la retrocessione dei Ninja In Pyjamas, un player come Profit non poteva non trovare un team da LCS sebbene lo split passato davvero mediocre: potrebbe comunque tornare a sorprendere. Ritornano Memento e HeaQ dallo Schalke 04 dopo un ottimo split nelle Challenger Series. Completano il roster Blanc, giocatore coreano che non ha avuto molto successo nell’esperienza con il PSG, e il talentuoso Norskeren. Nel complesso sono un discreto team, ma con bassissime probabilità di poter arrivare ai playoff.

Voto mercato: 5

8. Unicorns Of Love

Probabilmente nessuno si sarebbe mai aspettato gli UoL così in basso in classifica, ma quest’anno hanno avuto una fase di mercato davvero insufficiente. Una campagna acquisti così scadente che a paragone quella dei ROCCAT sembra quasi accettabile.

La line up:

  • WhiteKnight
  • Kold
  • Exileh
  • Samux
  • Totoro

Difficile trovare qualcosa di positivo in questo roster, dei vecchi Unicorns rimangono solamente Exileh e Samux, due giocatori che hanno già dato tutto e che difficilmente potranno risvegliarsi dopo il disastroso Summer Split.
WhiteKnight è un giocatore solo sufficiente, con scarsi risultati nei PSG e NiP, mentre Kold (conosciuto come Trashy) arriva agli Splyce ed è forse l’unica nota positiva. Il support è invece è Totoro, arrivato dai bbq Olivers, giocatore senza troppe pretese che dovrà sicuramente ambientarsi in EU.
In generale è uno dei peggiori roster in assoluto in EU, per prospettiva e qualità dei acquisti.

Voto mercato: 4

7. H2K

È davvero difficile dover inserire un team come gli H2K così in basso, ma questa volta l’hanno fatta grossa. Dopo ripetute “minacce” di lasciare le EU LCS, le aspettative non erano così grandi per gli H2K, ma da lì ad arrivare a presentare un team simile, non se lo sarebbe mai aspettato nessuno.

La line up:

  • Smittyj
  • Santorin
  • Caedrel
  • Sheriff
  • sprattel

Smittyj di per sè non è un brutto acquisto, visto l’ottimo meta che c’è al momento, ma non sembra avere in lui del potenziale, complici anche le numerosissime esperienze avute in campo internazionale durate davvero poco. Santorin è un acquisto davvero inaspettato: dopo l’esperienza nei TSM non sembra che il jungler danese abbia altro da dire nella scena competitiva. Caedrel è molto interessante, e insieme a Sheriff sono le uniche speranze per via dell’interessante potenziale che essi potrebbero far valere nel prossimo split. Sprattel arriva anche lui da NiP e PSG, indubbiamente un altro acquisto davvero risicato e preso più che altro da tappabuchi.

Voto mercato: 5

6. Schalke 04

Lo Schalke è stato il team che forse ha fatto uno dei migliori mercati in prospettiva a tutti gli altri team. Davvero interessante ed audace il lavoro che hanno fatto e soprattutto molto apprezzabile come si stiano muovendo: trasmettono molta sicurezza e consapevolezza di quel che fanno.

La line up:

  • Vizicsacsi
  • Pridestalker
  • Nukeduck
  • Upset
  • VandeR

Vizicsacsi è indubbiamente il miglior acquisto fatto dallo Schalke, uno dei toplaner più forti in assoluto in Europa, con moltissima esperienza in ambito internazionale e soprattutto una solidità davvero fondamentale. Pridestalker è un acquisto davvero ottimo, talentuoso e giovane, così come quello di Nukeduck che dopo l’addio ai Vitality è chiamato a dimostrare una volta per tutte il suo potenziale. Chiudono il roster la coppia Upset e VandeR. Il primo è l’unico superstite del vecchio roster ed è giusto dargli fiducia essendo un giocatore di appena 18 anni, specie se affiancato da un ottimo giocatore come VandeR.
Lo Schalke quest’anno ha finalmente dimostrato di crederci ed ha investito davvero molto in un roster competitivo ma con molto potenziale: lo si può finalmente dire, la corazzata tedesca è tornata!

Voto mercato: 6,5

5. Vitality

Non è facile parlare dei Vitality in questo momento, con l’acquisto di Jiizuké è facile essere di parte, ma è pur giusto parlare nel dettaglio di questo team.
Dei Vitality visti nel Summer 2017 c’è davvero poco, un nuovo team composto da 4/5 dei vecchi Giants e con la sola presenza di Cabochard a fare da porta bandiera per il team francese.

La line up:

  • Cabochard
  • Gilius
  • Jiizuké
  • Minitroupax
  • Jactroll

Il team come annunciato è composto da 4/5 dei vecchi Giants, quindi non è facile capire come sarà il prossimo Split dei Vitality per diverse ragioni.
Gilius è un ottimo giocatore che però ha diversi problemi di attitude e per coach Yamato Cannon sarà un lavoro in più. Jiizuké e Minitroupax sono invece due talentuosissimi giocatori che hanno dimostrato a mani basse di essere pronti a giocare alle LCS, il 2018 è il loro anno ed è praticamente certo che avranno un exploit notevole. Jactroll è un altro talentuoso giocatore che però soffre molto la figura di Minitroupax e potrebbe non riuscire a restargli dietro.
Nel complesso sono uno dei team più interessanti del prossimo Spring Split. Sebbene siano 3 Rookie hanno comunque dietro un eccellente coaching staff e soprattutto sono il team che in prospettiva può fare meglio.

Voto mercato: 7

4. G2 Esports

Dopo un anno difficile per i G2, i campioni in carica saranno chiamati ancora una volta a difendere il titolo in Europa. Questa volta però dovranno farlo con un roster totalmente rivoluzionato con un unico giocatore chiave rimasto, Perkz.

La line up:

  • Wunder
  • Jankos
  • Perkz
  • Hjärnan
  • Wadid

Il nuovo roster dei G2 piace molto, a partire da Wunder, un toplaner molto particolare, che rispetto ad Expect può portare molta più freschezza nella corsia superiore. Jankos è ben noto a tutti, uno dei migliori jungler a livello europeo e secondo solo a pochissimi altri. La botlane sarà composta dalla coppia Hjärnan e Wadid, arrivata dai ROCCAT, che concilia talento e bravura nello shotcalling che farà sicuramente la differenza.
L’unico problema di questa squadra, il che è anche il motivo della sua posizione, è quello di avere troppa pressione sulle spalle. Hanno cambiato 4/5 di team, che di suo non è così grave, non fosse per la spietata competizione che si è creata in EU quest’anno.

Voto mercato: 8

3. Misfits Gaming

I Misfits tornano in EU da Eroi dopo l’incredibile mondiale disputato in Cina e l’ormai famosissimo quarto di finale contro gli SKT perso per 3-2, una serie che li ha consacrati come uno dei team più forti nella scena mondiale. Nel 2018 però mancheranno due tasselli importanti del team, PowerOfEvil e IgNar, e questo metterà sicuramente sotto pressione i sostituti.

La line up:

  • Alphari
  • Maxlore
  • Sencux
  • Hans sama
  • Mikyx

Sicuramente i Misfits non hanno potuto fare molto sia sulla partenza di PoE che su quella di IgNar, chiamati rispettivamente in NA (OpTic Gaming) e KR (bbq Olivers). Sta di fatto che i sostituti sono di tutto rispetto, Sencux e Mikyx sono due solidissimi giocatori che hanno più volte dimostrato il loro valore negli Splyce. Viste le premesse iniziali ed i sostituti scelti, è molto probabile che i Misfits avranno ancora molto da dire nel prossimo Split.

Voto mercato: 7,5

2. Splyce

Gli splyce sono un altro team molto interessante quest’anno, completamente rinnovato grazie all’inserimento di 4 nuovi giocatori, che rischia di fare davvero uno Split senza precedenti. Sulla carta sono uno dei team più competitivi in Europa, ma hanno comunque bisogno di un eccezionale lavoro per riuscire a trovare la giusta sinergia.

La line up:

  • Odoamne
  • Xerxe
  • Nisqy
  • Kobbe
  • kaSing

Il roster parla da sè, pieno di giocatori talentuosi affiancati da un esperto e immortale kaSing. Nella corsia superiore c’è Odoamne, probabilmente il miglior toplaner al momento in Europa insieme ad Alphari e sOAZ. Xerxe è un fortissimo jungler europeo di 18 anni che durante l’ultimo split ha vinto anche il premio “Rookie of the Split”. Nella corsia centrale c’è un giovanissimo giocatore di nome Nisqy, dopo l’esperienza nei Fnatic Academy e successivamente nel Team EnVyUs, torna in Europa con tantissima voglia di riscatto. kaSing invece non ha bisogno di presentazioni, probabilmente uno dei giocatori più forti e anziani della scena, con esperienza nei H2K, TSM e Vitality solo per citare gli ultimi.
Nel complesso gli Splyce hanno davvero fatto centro questa volta, distaccandosi finalmente dal full Danish Team e puntando a qualcosa di più audace ed interessante.

Voto mercato: 8

1. Fnatic

Arriviamo finalmente ai Fnatic, il team che ha forse fatto il miglior mercato di tutti, sostituendo l’unico giocatore che non aveva sinergia con il resto del team, Jesiz.
Senza ombra di dubbio quello dei Fnatic è stato un ottimo Summer Split, coronato dai quarti di finale ai Worlds 2017.

La line up:

  • sOAZ
  • Broxah
  • Caps
  • Rekkles
  • Hylissang

L’unico acquisto fatto è quello dell’ex support dei UoL, Hylissang. Il giocatore bulgaro oltre ad essere molto esperto è anche un abilissimo shotcaller, un’abilità indispensabile in un team come i Fnatic che troppo spesso dovevano affidarsi unicamente a Rekkles. Questa mossa darà sicuramente modo a Rekkles di avere meno pressioni sulle spalle e fornire una qualità di gioco migliore.
I Fnatic hanno sicuramente le carte in regola per poter vincere il prossimo Split, hanno due talenti come Caps e Broxah affiancati da giocatori di spessore come sOAZ, Hylissang e Rekkles.

Voto mercato: 8

Questo era il Power Ranking delle EU LCS, che grazie ad un veloce riassunto del mercato cerca di dare una visione personale delle scelte fatte dai vari team per il prossimo Spring Split 2018.

Nota dell’autore: Ogni giudizio è puramente personale, se foste interessati a dire la vostra vi invitiamo pure ad argomentare nei commenti dell’articolo sulla nostra pagina.