Looking for Korea with Nurarhion Parte 2

284

In questa nuova rubrica scritta insieme a Maicol “Nurarhion” Massarenti, andremo a ripercorrere passo passo la storia recente e passata dei dieci team che formano il 2018 LCK Spring Season.

Nurarhion è uno dei tre caster che, insieme a Ferakton e Lelouch, andrà a commentare in esclusiva italiana le LCK nel 2018. L’esclusiva verrà portata da ESL Italia sul suo canale di Twitch.tv e coprirà l’intera stagione competitiva coreana di questo 2018 con Spring Season e Spring Playoff.

Prima di cominciare vorremmo introdurvi il formato che verrà usato nel Spring Season.

  • Il formato della competizione prevede un Double Round Robin, quindi un campionato con andata e ritorno dove ogni team sfiderà tutti gli altri;
  • Tutte le partite saranno giocate con il formato al meglio delle tre;
  • I primi cinque team si qualificano per gli Spring Playoffs;
  • Il vincitore della stagione avrà accesso diretto alla finale dei Playoffs;
  • Il secondo e terzo team avranno invece accesso rispettivamente a round 3 e round 2;
  • Il formato dei Playoffs è un Single Elimination King of the Hill, si tratta di un formato singolare che prevede che il quinto team classificato sfidi il quarto, il vincente andrà dunque a giocare contro il terzo e così a via fino alla finale contro il vincitore dello Spring;

  • Gli ultimi due team giocheranno un torneo chiamato Summer Promotion;
  • Il vincitore del LCK Spring Season sarà inoltre qualificato per il MSI 2018;

Il montepremi sarà di circa 270.000 dollari, uno dei montepremi più alti in assoluto, secondo solo a quello in Cina, pari a 550.000 dollari. In Europa e Nord America è invece fermo a 200.000 dollari.

I dieci team che compongono il 2018 LCK Spring Season sono:

Dove seguire le LCK:

ITA: Twitch.tv/esl_lol_it

ENG: Twitch.tv/lck1

KR: Twitch.tv/ogn_lol

KT Rolster – Lo Spadone a Due Mani

Storia

I KT Rolster sono uno dei team più vecchi della scena coreana di League of Legends. Nascono nell’ottobre del 2012 e come da tradizione all’epoca mettono in piedi due team, KT Rolster A e KT Rolster B, che qualche mese dopo diventeranno KT Rolster Arrows e KT Rolster BulletsI KT Rolster Arrows non hanno avuto molta fortuna se non la vittoria del HOT6iX Champions Summer 2014 (Oggi LCK) contro i Samsung Blue che fino a quel momento erano il team da battere essendo i vincitori del HOT6iX Champions Spring e qualche mese dopo avrebbero raggiunto le semifinali del 2014 World Championship. Gli Arrow sono famosi per aver lanciato giocatori oggi famosissimi in tutto il mondo, da KaKAO a Lira, da Sonstar, Olleh e RooKie per non dimenticare nomi eccelsi come Arrow e ssumdayI KT Rolster Bullets invece hanno vinto decisamente di più in ambito internazionale, ma hanno avuto poco successo in patria. Per loro si registrano risultati importanti come il terzo posto nell’OLYMPUS Champions Winter 2013, terzo posto nel PANDORA.TV Champions Winter 2014 e soprattutto la vittoria dell’IEM Season VIII – Wolrd Championship contro i FnaticAnche nei Bullets si registrano nomi importanti, da Score e Ryu a giocatori come inSec, famosissimo per aver inventato l’ormai conosciuto trick utilizzato sul campione Lee Sin per utilizzare la sua Ultimate e lanciare l’AD o il Carry avversario fuori dalla protezione del suo team.

Nel gennaio 2015 cambiano le regole imposte da OGN che impone a tutte le organizzazioni di creare un unico team per poter disputare competizioni in Corea, questo porterà allo scioglimento di Arrows e Bullets ed alla nascita dei KT Rolster. Il team annunciato era composto da ssumday, Prime, Nagne, Arrow e Hachani.

Il primo split dei KT non è così sensazionale, terminando soltanto al quinto posto, va sicuramente meglio nel LCK Summer 2015, dove si piazzano secondi alle spalle dei imbattuti SK Telecom T1, chiudendo secondi anche nei Playoff. Grazie alla vittoria del Regional Qualifier i KT Rolster si qualificano per la prima ed unica volta al World Championship, concludendo nella top 8 in seguito alla sconfitta maturata contro i KOO TigersI KT Rolster sono da sempre considerati uno dei top tier team coreani, ma come dimostrano i risultati, da diversi anni ormai, non riescono ancora a trovare il risultato che potrebbe consacrare un team così forte.

Nel 2016 arrivano un secondo posto nel 2016 LCK Spring e successivamente il terzo posto nei playoff (sconfitti dai SK Telecom), il terzo posto nel Summer Season ed il successivo secondo posto nei Playoff danno ancora una volta la possibilità ai KT di qualificarsi ai World Championship, ma saranno i Samsung Galaxy a imporsi per 3-2 in finale chiudendo la porta dei mondiali ai KT.

Questo 2017 sembra essere la fotocopia del 2016, chiudono terzi nello Spring Season 2017 ed arrivano nuovamente secondi nei Playoff perdendo la finale contro gli SK Telecom. Nel Summer Season 2017 continua la maledizione, secondo posto nella fase a gironi e successivo terzo posto nei playoff ancora una volta sconfitti dai SK Telecom. Nel Regional Finals 2017 arriva un’altra sconfitta molto pesante contro i Samsung Galaxy che vinceranno per 3 a 0 guadagnandosi così la qualificazione per i Worlds 2017, poi vinti contro gli SK Telecom. L’unica consolazione dei KT Rolster in un 2017 pieno di amarezza e sofferenza è la vittoria nella KeSPA Cup (torneo minore che si gioca annualmente) ai danni dei Longzhu Gaming in finale e contro i Samsung Galaxy, freschi campioni del mondo, in semifinale.

I KT Rolster hanno avuto diversi cambiamenti in questi ultimi due anni, in seguito all’addio di Arrow e Hachani (botlane), sono arrivati giocatori del calibro di Deft e Mata che hanno rivoluzionato l’intero roster insieme agli innesti di Smeb e PawN su Ssumday e Fly. Questi cambiamenti hanno creato una sorta di solidità ai KT che non hanno portato altri cambiamenti significativi se non l’inserimento recente di giocatori molto talentuosi come Rush (ex Cloud9), UcaL (rookie) ed il coach S0NSTAR (ex Giants).

Presentazione roster

Titolari

  • Smeb
  • Score
  • PawN
  • Deft
  • Mata

Sub

  • Rush (Jungle)
  • UcaL (Mid)
  • Ssun (Mid)

Coaching Staff

  • Coach – ZanDarc e S0NSTAR

Song “Smeb” Kyung-ho

La carriera di Smeb inizia nel 2013 nei Incredible Miracle (che qualche anno dopo diventerà Longzhu Gaming), senza raggiungere risultati significativi. La sua carriera ha una svolta nel 2015 quando approda nei HUYA Tigers insieme a Lee, kurO, Pray e Gorilla. Il team subirà diversi stravolgimenti di nome, da GE Tigers a KOO Tigers, proprio in questo periodo Smeb riesce a raggiungere il picco massimo della sua carriera. Durante il 2015 World Championship con il suo team raggiunge la finale dei mondiali da favoriti, per poi dover arrendersi allo strapotere dei SK Telecom. Nel 2016 con i suoi ROX Tigers (nuovo nome)riesce ad arrivare nuovamente ai 2016 World Championship grazie all’incredibile forza di quel roster che vede il volto di un giovanissimo Peanut. Questa volta non va meglio per Smeb e compagni che devono vedersi chiudere la porta della finale ancora una volta dai SK Telecom e fermarsi in semifinale.

Smeb approda finalmente nei KT Rolster dove non è ancora riuscito a togliersi di dosso quella pressione che lo vede come eterno secondo dietro gli SK Telecom. Smeb è un giocatore davvero particolare e versatile, sa giocare ogni tipo di campione, i suoi preferiti sono Fiora e Riven con i quali è devastante, per non dimenticare power pick come quello di Maokai, Renekton, Rumble e Jarvan IV. Rimarrà indimenticabile la sua incredibile giocata contro i G2 Esports nei mondiali del 2016 con Kennen, dove con una fantastica azione riuscì ad utilizzare la sua Ultimate sull’intera squadra nemica portando poi alla vittoria i ROX Tigers.

 

 “Score” Dong-bin

La carriera di Score inizia nel lontano 2012 con i StarTale dove giocava prima AD e successivamente Top. Arriva nell’Ottobre del 2012 nei KT Rolster Bullets come AD Carry fino al dicembre 2014 dove diventerà il Jungler titolare del team unificato dei KT.

La bravura di score è sicuramente quella di saper variare e giocare bene tantissimi campioni, i suoi migliori pick sono però assassin come Kha’Zix, ma anche campioni come Gragas e la sua famosa Elise.

Heo “PawN” Won-seok

Inizia la sua carriera nei MiG Blitz per poi passare nei Samsung Blue nell’ottobre 2013 per poi scambiarsi di posto con dade nei Samsung White. Da questo momento inizia la leggenda di PawN, soprannominato da tutti la kriptonite di Faker.

Nel 2014 raggiunge uno dei momenti più alti della sua carriera, batte per la prima volta Faker in un torneo minore (SK Telecom LTE-A LoL Masters 2014), si piazza terzo davanti ai SK Telecom nel HOT6iX Champions Summer (ex LCK) e si qualifica per i World Championship del 2014. Un mondiale che lo vedrà protagonista con i suoi Samsung White vincere il suo primo titolo mondiale davanti a team come Star Horn Royal Club (finalisti), il team gemello Samsung Blue ed il Team SoloMid.

Nel 2015 cambia team, si trasferisce in Cina in casa EDward Gaming dove vince praticamente tutto: Due Demacia Cup, un LPL Spring Playoff e si sono qualificati ai Worlds 2015 arrivando poi in top8. Il risultato più importante è però la vittoria di PawN del Mid-Season Invitational 2015 ancora una volta ai danni di Faker. Il 2016 vede PawN ancora sulla cresta dell’onda con il secondo posto nella LPL Spring Playoff, sconfitto dai Royal Never Give Up, per poi vendicarsi nel LPL Summer Playoff vincendo questa volta davanti ai RNG.

Il 2017 vede invece il ritorno di PawN in Corea in casa KT Rolster dove raggiunge ottimi risultati, ma questa volta deve accontentarsi di un secondo posto nello Spring Playoff e successivamente il terzo posto nel Summer Playoff perdendo contro gli SK Telecom in entrambi i casi.

PawN è molto conosciuto per essere un one trick pony con Fizz, ma è anche il primo ad aver portato Jayce in competitivo in Season 4 ai Worlds. Ha una champion poll vastissima che comprende dei pick molto forti come LeBlanc, Zed e lo stesso Fizz.

La scena più iconica della sua carriera è quando riceve da dade, il capitano dei Samsung Blue, la giacca di capitano dei Samsung in seguito alla vittoria dei Samsung White contro i Samsung Blue nella semifinale del Mondiale 2014. Fino a quel momento infatti pur avendo due team, i Samsung avevano un capitano che indossava una giacca bianca che rappresentava il capitano delle due squadre, questo momento è stato indubbiamente la sua consacrazione.

 Kim “Deft” Hyuk-kyu

Probabilmente è uno dei tre tiratori più forti al mondo, insieme a Bang e PraY formano la Top 3 mondiale dei tiratori. La carriera competitiva di Deft inizia nel 2013 (quindi season 3), dove approda nei MVP Blue per qualche mese per passare a fine anno nei Samsung Blue. La sua esperienza nei Samsung Blue è davvero positiva, vince il titolo coreano HOT6iX Champions Spring 2014 ed arriva secondo nel Summer. Non va meglio ai mondiali dove perde contro il team gemello dei Samsung White e chiuderà soltanto in Top 4.

In seguito al rinnovamento delle LCK e di conseguenza l’unificazione dei team (vedi Samsung e KT Rolster), Deft lascia la Corea per approdare in Cina dove giocherà due anni ad altissimi livelli nei EDward Gaming. Insieme a PawN riusciranno a vincere diversi LPL Playoff, tre Demacia Cup e soprattutto il Mid-Season Invitational davanti a Faker e compagni. A fine 2016 torna in Corea per iniziare una nuova avventura con i KT Rolster. Un’avventura che ad oggi non ha portato ancora a reali gratificazioni viste le sconfitte decisive nei playoff in entrambi gli Split contro gli SK Telecom.

Deft è molto amico di giocatori stranieri come Rekkles e Clearlove, con quest’ultimo ha raggiunto più di 1.5 milioni di visualizzazioni sul canale Douyu. Ha ricevuto il più alto numero di punti MVP al suo debuto nelle LPL ed è famosissimo per come gioca il suo campione preferito: Ezreal.

La bravura di Deft è anche nel saper giocare altri campioni come Sivir, Kalista, Kog’Maw, Ashe e Corki, ma il suo miglior campione in assoluto a livello di statistiche è Jinx, con la quale attualmente ha il 94.3% di winrate in competitivo (33-2).

Cho “Mata” Se-hyeong

Su Mata si può scrivere un libro per quanto è stato importante nella scena coreana e mondiale. 

Inizia la sua carriera competitiva nel 2013 con gli MVP Ozone e durante l’OLYMPUS Champions Spring 2013 viene consacrato da MonteCristo come il rookie of the year, per il suo incredibile talento considerando che aveva iniziato a febbraio di quell’anno. Riceve subito una grande opportunità e nel settembre 2013 approda nei Samsung White con i quali riuscirà a vincere il Mondiale del 2014.

Il World Championship 2014 è stato il punto più alto in assoluto per la carriera di Mata che ha lasciato un segno indelebile nella storia di League of Legends. Da molti è considerato il God Support per la sua incredibile bravura nell’essere sempre nel posto giusto al momento giusto. Quell’anno è stato fondamentale per il playstyle che tutt’oggi viene utilizzato, visto che sono stati proprio i Samsung White di Mata ad aver inventato il warding (piazzamento del lume) dietro il muro e non nel bush (erba).

Durante quel mondiale Mata concluse con il secondo KDA più alto della competizione, 18/27/253 (uccisioni, morti, assist) per un totale di 10.4 secondo solo al compagno LooperOltre a tutto ciò si aggiunge anche la vittoria del premio di MVP del mondiale che consacra dunque l’incredibile prestazione avuta nel corso di tutta la competizione.

La carriera di Mata prende però una via inaspettata, come per gli altri giocatori dei Samsung, decide di andare in Cina insieme al compagno DanDy nei Vici Gaming dove non avrà molta fortuna. Durante la Demacia Cup fu protagonista di uno spiacevole evento che lo vide al centro di numerose polemiche per via del pick di Jayce nel ruolo di supporto. Una scelta che attirò su di lui diverse critiche da parte di fan e dall’organizzazione stessa che multo il giocatore. Nel 2016 va nei Royal Never Give Up dove torna a partecipare a diversi tornei importanti e vincere. Arriva nella top 4 del IEM Season X – World Championship, vince le 2016 LPL Spring Playoff contro gli EDG ed arriva secondo nel Summer in seguito alla sconfitta contro gli stessi EDG. Nel 2017 torna in Corea nei KT Rolster dove torna alza ulteriormente il suo livello grazie alla sinergia con Deft.

E molto conosciuto per come gioca il suo Thresh, arrivando ad essere paragonato molto spesso a MadLife. La sua pool di campioni si estende anche a Braum, Alistar, Janna e Karma, ma l’elenco è davvero lungo visto che ha portato spesso diverse alternative nella corsia inferiore, ad esempio: Malzahar, Veigar e Anivia.

 

Prospettiva

I KT Rolster sono l’essenza del guerriero che brandisce la Spada a Due Mani. Impossibile eguagliare la sua immensa forza e tecnica che pecca però in resistenza a causa del forte sforzo nel brandire un’arma tanto potente quanto pesante.

Questi erano i KT Rolster all’inizio della season 7 che con un roster fenomenale composto da: Smeb, Score, PawN, Deft e MatA davano vita ad un vero e proprio Dream Team pronto a battere i Re incontrastati chiamati SK Telecom. Nel corso della prima parte della LCK Spring 2017 erano infatti considerati gli unici possibili antagonisti di Faker e compagni. Sembra andare tutto bene in casa KT fino alla week 5 dove perdono 2 a 0 contro dei sorprendenti MVP. Ma non è questo il problema dei KT, il vero problema arriva infatti nella Week 6 dopo la sconfitta contro gli SK Telecom, una sconfitta che distrugge tutte le convinzioni di quel team fino a quel momento. Da qui iniziamo a vedere il calo di prestazioni da parte di tutto il team.

Secondo me i KT, escono totalmente distrutti a livello psicologico da una sconfitta  così forte da portare questo team in un vortice di calo prestazionale incredibile che non gli permetterà più a riprendersi per tutto lo Split.

Nella Summer 2017 la storia non cambia, vincono contro i team minori a loro ma non reggono il confronto contro i top team. Questo calo continua fino alla fine della Summer 2017. I KT Rolster non sono riusciti ad andare al Mondiale perdendo difatti il suo istinto omicida e non essendo più in grado di combattere. Così si chiude il 2017 dei KT Rolster con un fallimento di proporzioni colossali vista la potenza del suo roster. Ora che avete più chiara l’identità di questo team , andiamo a scoprire le aspettative dei KT per questo 2018

A livello puramente meccanico possono giocarsela contro tutti i Top Team, ma non sono le meccaniche che mancano ai KT,  quello che manca è la Macro tra la parte centrale e quella conclusiva della partita. Sembra assurdo che un Team Coreano abbia questo genere di  problema, ma è la realtà  dei fatti. Senza un buon vantaggio acquisito nelle fasi iniziali della partita, non riescono davvero a vincere. Ovviamente mi aspetto che questo team si sia evoluto come già dimostrato nella KeSpa Cup 2017 dove hanno trionfato in modo molto solido, ma non era quello il trofeo da vincere.

Rimango dell’idea che i kt possano competere contro tutti, ma devono essere cresciuti tantissimo oppure vedremo un altro fallimento anche nel 2018 e sarebbe un peccato per questi 5 fenomeni.

Kongdoo Monster – La Jitte

Storia

I Kongdoo Monster nascono nel Febbraio 2016 in seguito al rebrand dei vecchi NaJin e-mFire. Il primo roster annunciato era composto da Hipo, Crush, Edge, Roach, SSol e GuGer.

Il loro primo split non va nel modo migliore, non riusciranno a vincere neanche una serie durante il 2016 LCK Spring Season concludendo con il risultato finale di 1:17. Durante LCK Summer Promotion devono subito abbandonare le LCK in seguito alla sconfitta per 3-1 contro gli MVP. La loro permanenza nelle CK durerà solo uno split grazia alla vittoria del 2017 LCK Spring Promotion davanti ai ESC Ever, riusciranno a tornare nelle LCK.

Un secondo posto nella KeSPA Cup in seguito alla sconfitta contro i ROX Tigers ha dato sicuramente l’impressione di una ripresa in casa dei Kongdoo, complice anche il secondo posto all’ IEM di Gyeonggi alle spalle dei Samsung Galaxy.

Non è andato meglio l’IEM World Championship dove sono arrivati ultimi, ma si intravedevano segnali di ripresa nei Kongdooo.

Durante il 2017 si sono viste tutte le debolezze di questo team che ancora una volta arriva ultimo, con il risultato finale di 3:15 e viene relegato nuovamente in seguito alla sconfitta nel Summer Promotion, contro gli Ever8 Winners. Per il secondo anno di fila i Kongdoo dovranno rincorrere la promozione verso le LCK, un obiettivo che si concretizzerà qualche mese più tardi con la vittoria dello Spring Promotion 2018 ai danni dei bbq Olivers (poi qualificati anche loro).

Presentazione roster

Titolari

  • Roach
  • Raise
  • Edge
  • SSol
  • Secret

Sub

  • U Jun(Jungle)
  • Han(Mid)

Coaching Staff

  • Coach – MC

 

Kim “Roach” Kang-hui

Roach è un giovanissimo Toplaner di 18 anni che gioca nel competitivo da quando dal dicembre 2015  entra proprio nei NaJim e-mFire. Inizialmente giocava come Midlaner, per poi spostarsi nella corsia superiore in seguito al rebrand in Kongdoo Monster. I limiti di Roach per quanto giovane sono abbastanza evidenti, nelle CK riusciva a vincere senza grossi problemi, ma la sua inesperienza lo porta ad essere diversi gradini sotto quello dei suoi avversari nelle LCK.

Il suo play style è decisamente passivo e viene spesso impiegato come un top da supporto al team.

Oh “Raise” Ji-hwan

Raise è un volto conosciuto in europa per via della sua esperienza nel Team ROCCAT durante le Challenger Series e lo Spring Promotion nel 2016. 

Precedentemente ha giocato come Support nei ROCCAT senza risultati particolarmente eccelsi, ma riuscendo a qualificarsi insieme al suo team nelle LCS 2017. Ritornato in Corea trova una sistemazione nei Jin Air Green dove gioca per qualche mese come Support per poi passare al suo attuale ruolo di Jungler. Nei Jin Air non trova molto spazio ed i risultati sono altalenanti e di basso livello. 

Questo è il suo primo Split con i Kongdoo, ma sarà affiancato dal giovanissimo U Jun con il quale si giocherà un posto da titolare.

Lee “Edge” Ho-seong

Edge è un giocatore molto conosciuto in Corea grazie alla sua lunga carriera, gioca nel competitivo dal dicembre 2014, dove giocava come Sub Mid nei KT Rolster. Si trasferisce nei NaJin e-mFire poco prima del rebrand e cosi come per Roach dimostra ottime cose nelle CK ma ne risente altrettanto una volta arrivato alle LCK. 

Ha margini di crescita, ma al momento non è ancora ai livelli dei altri giocatori della sua corsia.

Seo “SSol” Jin-sol

SSol è l’AD Carry dei Kongdoo da prima del rebrand, giocava infatti come tiratore già dal 2015 con i NaJin e-mFire. Inizialmente era il sub di Ohq, diventando titolare soltanto in seguito al rebrand del team. Come per i suoi compagni, SSol è ancora sotto il livello dei altri giocatori nelle LCK, non riuscendo a migliorare nei ultimi anni.

Park “Secret” Ki-sun

 è un giovane support di 20 anni che gioca nei Kongdoo dal gennaio 2017. Insieme agli SBENU, team che ha visto passare giocatori come Mimic e GAP (ex Team Forge), riuscì a qualificarsi per le LCK, ma come nel caso dei Kongdoo, la differenza di livello si vede molto in LCK.

 

Prospettiva 

I Kongdoo Monster sono il Jitte, un arma sviluppata per equipaggiare le guardie ed i funzionari dello Shogun a cui veniva fatto assoluto divieto di portare spade,coltelli o quant’altro nel palazzo del loro signore.

Un team che ritorna nel palcoscenico più importante del mondo risalendo più di una volta le CK. Questo team dovrà sudare 200 camicie per poter rimanere nelle LCK e personalmente non vedo per nulla un futuro roseo per i Kongdoo. I veri underdogs del torneo riusciranno a stupire? Spero proprio di SI!!

 

 

Ricordiamo che le LCK inizieranno il 16/01 e si giocheranno di mattina, nei prossimi giorni rilasceremo maggiori informazioni sulla schedule.