Recap day 2 SuperWeek Lega Prima

172

Gli ID ci provano, ma non basta. Segnali di vita per i Qlash.

IDomina eSports Vs Team Forge

Game 1

Draft Game 1 IDomina eSports Vs Team Forge

Draft

Gli IDomina decidono di proporre una composizione con tre lane a pushare i nemici sotto torre nelle fasi di linea, capace di prendere singoli campioni e annientarli velocemente con i pick di Malzahar e Cho’Gath nella fase di mid/late game. I Forge tirano fuori dal cilindro i pick di Swain e Sion nella seconda fase di draft, che vanno a completare una composizione dal solido teamfight.

Partita

Gli IDomina partono meglio dei Forge e nei primi minuti hanno le redini dell’incontro, specialmente in bot lane dove riescono a punire delle eccessive aggressioni di Guilty. Il momento decisivo dell’incontro è stato il minuto 17, quando i Forge trovano il teamfight che stavano cercando, riuscendo così a portarsi a casa un quattro per uno in loro favore. La partita a questo punto esce dal controllo degli IDomina, che nel giro di sette minuti subiscono due ace, la perdita del Nashor e la distruzione del proprio nexus al minuto 24.

Game 2

Draft Game 2 IDomina eSports Vs Team Forge

Draft

I Forge costruiscono una composizione dall’alto dps grazie ai pick di Kalista e Cassiopeia, ottima negli scenari prolungati di teamfight e nel controllo degli obiettivi. Inoltre presentano anche un’ottima presenza globale grazie a Shen e Tahm Kench. Per il secondo game gli IDomina si affidano alla classica wombo combo Malphite Orianna, e al comfort pick di Lee Sin per Clap.

Partita

Nella seconda partita i Forge partono forte fin da subito, riuscendo a portarsi in vantaggio grazie a delle nette vittorie in due schermaglie ai minuti 8 e 12. Nonostante questo, non riusciranno a creare un netto vantaggio e dei numeri di Clap, più la pericolosità della wombo combo degli ID, manterranno in stallo la partita per parecchio tempo. Al minuto 28 un errore di Rharesh permette ai Forge di ucciderlo e chiamare il Nashor, che però finisce nelle mani degli ID grazie a un ottimo lavoro di Clap e Tsuzume. La partita si decide solamente al minuto 32, quando gli IDomina eseguono un brutto combattimento per il Drago Infernale e subiscono un ace che li porta a perdere, al minuto 36, il nexus.

Giudizi Finali

Gli IDomina, finché non c’è stato da eseguire i teamfight, non si sono comportati male e hanno retto abbastanza bene il confronto, ma hanno perso malamente ogni 5Vs5 e dovranno cercare di porre rimedio a questo, se vorranno avere ambizioni di titolo. I Forge come al solito giocano sulle loro forze, macro e teamfight solidi, e lasciano poche occasioni ai rivali. Attualmente, in Italia, non si vede nessun avversario in grado d’impensierirli.

MVP: Click

In entrambe le partite non fa azioni da spellarsi le mani, ma offre sempre una laning phase solida e in teamfight riversa sugli avversari quantità immani di danni.

ESC Omega Gaming Vs Team Qlash Academy

Game 1

Draft Game 1 ESC Omega Gaming Vs Team Qlash Academy

Draft

Gli ESC compongono un quintetto da teamfight late game, con classica tripla frontline e coppia di hypercarry in backline. I Qlash, a loro volta, non disdegnano né i teamfight né il late game, ma la loro composizione raggiunge il massimo dello spike in mid game e, a differenza di quella degli ESC, ha un ottimo catch potential.

Partita

La partita è movimentata fin da subito, specialmente in top lane, e la migliore coordinazione di squadra dei Qlash si fa sentire. Guidati da Demon, i QLS mettono a segno diversi pick sui nemici e accumulano così un consistente vantaggio già nei primi quindici minuti. Un teamfight perso pesantemente dagli ESC, al minuto 18, permetterà ai Qlash di snowballare definitivamente l’incontro e di chiuderlo, al minuto 24, dopo un altro teamfight in loro favore.

Game 2

Draft Game 2 ESC Omega Gaming Vs Team Qlash Academy

Draft

I Qlash rispolverano un vecchio classico della bot lane, il duo Kalista Thresh, sempre molto efficace e spettacolare, componendo in generale una composizione con ottimo catch potential e un buon teamfight. Gli ESC propongono una composizione simile a quella usata dai KSV qualche ora prima in LCK, a eccezione dei pick di Fiora e Orianna.

Partita

Gli ESC approcciano meglio la seconda partita e tengono testa ai propri avversari per tutto l’early game, e gran parte del mid game. La svolta avviene al minuto 26, quando i Qlash vincono in maniera pulita una schermaglia, cinque per zero, e ottengono il buff del Barone Nashor. Gli ESC riescono comunque a resistere fieramente ai nemici, nonostante questi accumulino lentamente sempre più vantaggio. La loro capitolazione avviene nell’arco di tempo tra il trentatreesimo e il trentasettesimo minuto, durante il quale i Qlash conquistano prima il secondo Nashor, e poi un Elder Drake, riuscendo anche a ottenere un ace ai danni degli ESC che perdono la partita nel tentativo di contestare l’obiettivo.

Giudizi Finali

Gli ESC offrono delle buone prestazioni, soprattutto in game 2, specialmente se si considerano i problemi che hanno avuto in settimana, e la presenza in corsia centrale di un non main mid lane come Kyoya. I Qlash ottengono una vittoria che gli serviva come il pane, offrendo anche un buon gioco. Adesso ci sarà da vedere se ciò è stato merito loro o dei problemi degli ESC.

MVP: Darkchri

Il suo Thresh, in game 2, è una macchina da hook e in game 1, con Tahm Kench, si fa trovare quasi sempre dov’è richiesta la sua presenza.

Si completa così la seconda parte della sesta giornata di Lega Prima (qui trovate il riassunto della prima parte), che torna questa sera, sempre su GEC alle 19, per il day 3 della SuperWeek con gli scontri ESC Omega Gaming Vs Outplayed WaR e Team Forge Vs EasyFix Co-Hop.

Videogiocatore da oltre 15 anni, prima su WoW, poi su LoL, che scopre con la finale dei Worlds 2014. Da quel giorno nasce il suo interesse per gli Esport, passione che lo ha portato prima a competere in due academy come giocatore e poi qui su queste pagine.