Recap day 4 SuperWeek Lega Prima

79

Phantomles sempre più in crescita, ma non gli Inferno. Benvenuto Vladimir in Lega Prima.

Inferno Esport Vs Team Qlash Academy

Game 1

Draft Game 1 Inferno Esport Vs Team Qlash Academy

Draft

Gli Inferno compongono una classica composizione da teamfight con molta pressione sugli obiettivi grazie ai pick di Kalista e Azir. I Qlash optano anche loro per una composizione da teamfight e rispondono alla pressione che subiranno in bot lane, dal duo Kalista Shen, selezionando nella corsia centrale uno dei pochi campioni che riesce ad avere priorità di push contro Azir: Xerath.

Partita

Nella corsia inferiore avviene il contrario di quello che avevano sperato gli Inferno, infatti Sharpie e Jerryyyy perdono la fase di corsia contro Trust e Darkchri e permettono all’adc nemico di scalare molto più rapidamente del previsto. Nonostante questo, il mid game risulta equilibrato grazie a degli errori di posizione da una parte e dall’altra. La svolta avviene al minuto 31 quando i Qlash trovano un buon ingaggio che gli permette di ottenere un quattro per zero, un inibitore, il Barone Nashor e quasi 10000 gold di vantaggio. Tutto questo non può che portare ad una specifica conseguenza, infatti al minuto 35 i Qlash chiudono l’incontro in loro favore.

Game 2

Draft Game 2 Inferno Esport Vs Team Qlash Academy

Draft

I Qlash compongono una composizione molto ispirata a quelle che si sono viste in questi giorni in LCK, specialmente per il pick di Vladimir che, grazie all’unsealed speelbook, sta tornando molto in voga nella top lane. Gli Inferno rispondono con due power pick come Ornn e Zoe, e in generale una composizione dal buon catch potential e assedio.

Partita

Questa seconda partita ha visto gli Inferno partire molto forte, grazie ai successi ottenuti dal trio Infinity, Blitz e Phantomles, riuscendo così ad accumulare un vantaggio di 6000 gold a 20 minuti. Però commettono l’errore di sottovalutare il pick di Vladimir, infatti dai 21 minuti in poi Mush inizia letteralmente a correre in faccia agli avversari e a demolirli. Gli Inferno non trovano risposte valide alle continue scorribande di Vladimir e a 32 minuti vedono cadere il loro nexus.

Giudizi Finali

In entrambe le partite, gli Inferno, reggono bene il confronto, ma hanno ancora bisogno di lavorare nel late game e non possono affidarsi solo ed esclusivamente alle giocate di Phantomles. I Qlash raccolgono un’altra vittoria che parzialmente rilancia le loro ambizioni, e il meta che si sta delineando nella corsia superiore potrebbe favorirli parecchio.

MVP: Phantomles

In entrambe le partite offre prestazioni di spessore e sta sempre di più diventando il centro nevralgico del gioco degli Inferno. Questo ragazzo cresce di partita in partita e si sta mettendo in luce come uno dei migliori mid laner della competizione, nonostante gli insuccessi del proprio team.

Racoon Vs IDomina eSports

Game 1

Draft Game 1 Racoon Vs IDomina eSports

Draft

I Racoon si affidano ad una classica composizione da teamfight con grossa frontline, ottimo engage e due carry dall’elevato dps come Tristana e Azir. Gli IDomina rispondo con due lane bulle nelle corsie laterali unite alla classica combo da engage Orianna Zac.

Partita

Gli IDomina offrono, come al solito, un early game solidissimo nel quale riescono a portare a casa un enorme vantaggio che gli permette, già al minuto 20, di minacciare il Baron. Però quando gli IDomina si avvicinano al Barone Nashor succedono le peggio cose. Questi, come da manuale, cercano di forzare delle schermaglie ai Racoon che si trovano in svantaggio, ma non riescono a farlo nel modo corretto e, dopo due schermaglie vinte solamente grazie al vantaggio di gold, alla fine vengono puniti. I Racoon conquistano il Barone al venticinquesimo minuto dopo una forzatura di troppo degli IDomina, ma è solo un fuoco di paglia, infatti gli ID si riprendono e al trentunesimo minuto riescono a ottenere un cinque per zero in loro favore e chiudere il game.

Game 2

Draft Game 2 Racoon Vs IDomina eSports

Draft

Gli IDomina riescono a portarsi a casa tutte lane con priorità di push, rendendo chiaro l’obiettivo di voler snowballare fin da subito il game tramite la conquista delle torri. I Racoon rispondono con una composizione da mid/late game, con possibilità di 1/3/1 e dal buon teamfight.

Partita

Game 2 fotocopia di quello precedente. Gli IDomina, in questo caso favoriti anche dai pick, distruggono in early game i propri avversari, ma in mid game fanno sempre quel passo di troppo che rimette in carreggiata i nemici, questa volta sotto la tier 3 della corsia superiore nemica al minuto 25. I Racoon, a loro volta, forzano un po’ troppo dopo il leggero throw dei nemici e non riescono a tornare definitivamente in partita. A 34 minuti avviene una scena già vista nella serie precedente: Vladimir chiude i suoi oggetti e corre dritto contro i nemici, cinque per zero in favore degli IDomina e vittoria della serie.

Giudizi Finali

Gli IDomina come sempre eseguono un ottimo early game, ma giunti al mid/late game la loro macro diventa incerta e danno sempre la possibilità di come back ai nemici, che questa volta fallisce grazie a due fasi di draft vinte e dell’eccessive forzature di questi. I Racoon non sembrano ancora entrati del tutto nel meta imposto dalle competizioni internazionali e questo ha influito parecchio durante le partite, inoltre forse sarebbe il caso di iniziare a giocare un po’ di più intorno ad un Raito che sembra l’unica speranza per questo team.

MVP: Rharesh

Due prestazioni con poche sbavature in cui fa quello che gli viene richiesto. È decisivo specialmente in game 1, dove riesce a ribaltare delle schermaglie mal eseguite dai propri compagni.

Lega Prima arriva così alla fine del girone d’andata con questa classifica:

Off Stream è stata recuperata pure ESC Omega Gaming Vs Team EasyFix Co-Hop e il risultato è stato di 2-0 in favore dei EFC.

Lega Prima torna il 31/01 dopo la pausa di metà stagione, durante la quale sarà possibile per le squadre effettuare movimenti di mercato.

Videogiocatore da oltre 15 anni, prima su WoW, poi su LoL, che scopre con la finale dei Worlds 2014. Da quel giorno nasce il suo interesse per gli Esport, passione che lo ha portato prima a competere in due academy come giocatore e poi qui su queste pagine.