Facebook e Amazon lottano per il pubblico Esport

72

Nel panorama Esport, le due aziende americane cercano di accattivarsi il pubblico, con tool dedicati agli sviluppatori o con nuove features per gli spettatori

L’ambiente Esport, negli ultimi anni, è diventato parecchio mutevole: se prima un amante di questo genere doveva guardare la competizione su appositi streaming (spesso non supportati in molte lingue o non disponibili per tutti), da qualche anno vi è stata una vera e propria proliferazione di strumenti dedicati, e il mercato sta cominciando a definirsi sempre più, con nuovi competitor che cercano di insidiare il primato di Twitch.tv. Se già Facebook ha stretto un’importante accordo per la trasmissione di CS:GO (come vi avevamo parlato QUI), la GDC (la Games Developers Conference a San Francisco, uno degli eventi di punta del settore elettroludico) ha portato una vera e propria ventata di novità, tra cui l’annuncio da parte di Facebook e Amazon di alcune importanti novità dedicate al settore Esport.

I progetti della grande F

Per quanto riguarda la creatura di Zuckerberg, è stato diramato via Blogpost su Facebook for Developers un annuncio riguardante gli streaming: sarà possibile per tutti streammare i propri contenuti video mentre si gioca a qualsiasi gioco, su qualsiasi superficie Facebook (come il proprio profilo, o gruppi) senza dover per forza scaricare software di terze parti. Si tratta di un grande passo avanti nello streaming di contenuti, senza contare la possibilità per tutti gli streamer di inviare ai gruppi le proprie statistiche in tempo reale, utilizzare le Facebook Analytics per monitorare il grado di interessamento della community e, cosa più importante, sarà possibile premiare in tempo reale i propri spettatori, offrendo ricompense in gioco ai più affezionati. 

Amazon e il “GameOn” Tool

Dalla controparte Amazon, proprietaria (ricordiamolo) della già citata Twitch.tv, si sta dando grande risalto alla API (Application Programming Interface, una serie di procedure destinate ai programmatori) “GameOn“, che sarà presto disponibile per tutti, senza limite di sistema operativo. Questa infrastruttura permetterà agli streamer di progettare competizioni durante gli streaming, tornei e classifiche con le quali gli spettatori potranno intrattenersi. La cosa più straordinaria di questo strumento è la possibilità offerta agli streamer di poter consegnare ai vincitori dei premi reali e tangibili scelti da una rosa di prodotti, facendoli recapitare a casa del fortunato vincitore (ovviamente consegnati tramite il corriere Amazon!).

Il futuro del mercato Esport

Insomma, lo scenario che va definendosi prevede delle interessanti novità per tutti noi, che ci permetteranno di poter godere ancora meglio dei contenuti di streaming dei nostri beniamini. Se da una parte Facebook sta ponendosi sempre più come una piattaforma utile alla condivisione di video in diretta giocati dai professionisti, dall’altra parte Amazon offre sempre più un prodotto adatto al grande pubblico, grazie alla sua posizione di partenza particolarmente vantaggiosa.

Siete pronti ad una nuova stagione di streaming? Non vediamo l’ora di vedere come si evolverà la situazione riguardante gli streaming, ma siamo sicuri vi saranno grandi sorprese, sulle quali vi aggiorneremo sicuramente. 

Restate Connessi!

Giocatore di League of Legends dalla Season 3, si interessa da subito alla architettura sulla quale poggia il concetto stesso di "Gioco". Numeri, statistiche e performance sono gli strumenti che vuole utilizzare per raccontare al grande pubblico come funzionano i giochi che li appassiona.