Crack sOAZ: cosa cambia per la semifinale?

306

I Fnatic dovranno rinunciare all’esperto top laner per i playoff; quali saranno le conseguenze?

A pochi giorni dalla sfida contro i Vitality, i Fnatic si trovano orfani del proprio top laner Paul “sOAZ” Boyer. L’annuncio è stato dato via Twitter sul canale ufficiale dei Fnatic:

Per l’esperto giocatore si parla di circa due-tre settimane di stop, il che significa la fine dello split per lui, a prescindere dall’esito della sfida di sabato. Non ci dovrebbero essere invece problemi in caso di una partecipazione dei Fnatic ai Mid Season Invitational.

IL SOSTITUTO – Ovviamente a sostituirlo ci sarà Bwipo, che ha già giocato qualche partita nelle ultime settimane di LCS EU fornendo anche ottime prestazioni. Certo, qualcuno potrà obiettare che in quelle partite i Fnatic hanno fatto di tutto per far funzionare la top lane, e dare a Bwipo un esordio morbido. Tuttavia il giocatore ha mostrato una solidità e una freddezza fuori dal comune per un rookie. Inoltre questa strategia potrebbe funzionare molto bene contro il duo Cabochard – Gilius.

Bwipo durante il proprio debutto in EU LCS

LE REAZIONI – Come al solito la community si è spezzata quando si parla di sOAZ. C’è chi gioisce dell’infortunio del giocatore, ritenendolo inferiore a Bwipo, e c’è chi è preoccupato dell’ assenza di un giocatore ormai abituato a giocare in certe situazioni ambientali.

Come spesso capita la verità sta nel mezzo. Sicuramente sOAZ può vantare un’esperienza enormemente maggiore rispetto al giovane Bwipo e un’innata capacità di attirare il jungler nemico verso la top lane, liberando dalla pressione i propri compagni (cosa che lo accomuna molto all’ultimo Dyrus), ma il giovane rookie ha dalla sua una potenza meccanica del tutto sconosciuta a sOAZ.

CAMBIO STRATEGIA? – La diversa natura di entrambi i giocatori ovviamente non può che porre dei quesiti in casa Fnatic. Continuare a puntare molto su un Rekkles iper performante, sacrificando la top lane? O mettere in mano importanti risorse a un Bwipo magari posto su una Camille o uno Swain?

Per i Vitality invece, una chiave di lettura potrebbe essere il provare a mandare in tilt Bwipo. Un Cabochard in vantaggio potrebbe liberare dalla pressione i rookie del proprio team, e martellare psicologicamente quello dei nemici a tal punto da costringere i Fnatic ad attaccarlo in più uomini.

Videogiocatore da oltre 15 anni, prima su WoW, poi su LoL, che scopre con la finale dei Worlds 2014. Da quel giorno nasce il suo interesse per gli Esport, passione che lo ha portato prima a competere in due academy come giocatore e poi qui su queste pagine.