MSI: sei spunti di riflessione.

1231

Sei veloci spunti di riflessione in attesa della terza giornata dell’MSI.

Gli MSI sono iniziati da appena due giorni, ma nonostante ciò hanno già detto molte cose sia sulla competizione stessa che sul futuro di alcune squadre (o addirittura regioni).

1- NA: solita storia

Ci risiamo, come sempre le squadre nord americane arrivano con attese molte elevate sulle spalle e sempre le deludono (Cloud 9 ai mondiali a parte). Il Team Liquid si affacciava alla competizione certo di arrivare almeno alle semifinali. Invece dopo quattro partite, e altrettante sconfitte, pare che dovrà ben presto tornare a casa. A questo punto i Liquid devono trovare nella terza giornata almeno una vittoria contro o gli RNG o i King-zone DragonX per mantenere viva la fiammella della speranza. A questo punto l’intera regione nord americana, dopo l’ennesimo fallimento internazionale, farebbe meglio a iniziare a porsi qualche domanda su quale sia il modo migliore di spendere i loro tanti soldi e forse imparare la lezione che qualche anno fa i team cinesi hanno imparato.

Il Team Liquid dopo la vittoria delle NA LCS

2- Occhio alla mid lane

Siamo giunti a questo MSI certi che a brillare sarebbero stati gli ADC, e in parte così è, ma la vera differenza, per almeno due squadre, la stanno facendo i Mid Laner. Infatti Maple e Caps stanno incendiando le partite di Flash Wolves e Fnatic, e sono coloro che potrebbero ribaltare le carte in tavola in delle eventuali BO5 contro RNG e Kingzone. Che sia la volta buona che la Mid Lane si riprenda la scena proprio nell’MSI delle stelle della Bot Lane?

3- La crescita dei Fnatic

Difficilmente si vedrà questa squadra andare oltre le semifinali in questo MSI, ma forse si potrà assistere ad un loro ottimo risultato nei prossimi mondiali. É bene ricordarsi che questa squadra è per 3/5 veramente giovane e che anche Hylissang è al suo primo grande evento internazionale. La crescita mostruosa a livello di confidenza che sta avendo Caps (le meccaniche le ha sempre avute), un Broxah sempre più solido, un Bwipo che gioca come fosse un giocatore di vecchia data e una Bot Lane sicuramente su un altro livello rispetto quella con Jesiz fanno pensare: ma questa squadra con altri 4-5 mesi di duro lavoro dove può arrivare?

I Fnatic dopo la vittoria sui King-zone DragonX

4- King-zone DragonX perfetti ma…

I King-zone sono una squadra perfetta, ma quando sono mentalmente connessi. Ricordano il Barcellona di Guardiola, una squadra praticamente leggendaria e piena di campioni in ogni ruolo, ma che ogni tanto tendono a prendere sottogamba gli avversari per la troppa fiducia in sè stessi. Questo gli è già costato un quarto di finale ai mondiali e la partita di oggi contro i Fnatic (e quasi anche quella contro gli Evos), chissà che non gli costi anche la vittoria finale che fin qui pareva scontata.

5- Mai dare per morta la LMS

In molti avevano preso sottogamba i Flash Wolves, dimenticandosi che la LMS è una delle tre regioni (le altre sono LPL e LCK) ad essersi sempre qualificata tra le prime quattro agli MSI. Adesso questi sono primi dopo due giornate grazie a delle prestazioni enormi dei due carry Maple e Betsy. Entrambi poco considerati all’inizio della competizione adesso, oltre a guidare la classifica del gruppo, sono anche in testa nelle classifiche di rendimento del proprio ruolo. Nella terza giornata affrontano i campioni delle LCK. Chissà se i Korean Slayers riusciranno a mantenere fede al proprio nome e strapperanno dalle mani dei coreani lo scettro di favoriti alla vittoria finale.

Maple, mid laner Flash Wolves

6- Perchè MLXG  e non Karsa?

Gli RNG sembra che stiano, come tutte le squadre, studiando quale sia il meta ideale per affrontare questo MSI. Per il momento pare che il loro approccio preferito sia il costruire composizioni basate attorno al proteggere il loro leggendario ADC Uzi. A questo punto la domanda sorge spontanea. Perchè far giocare un jungler dalla nota propensione all’offendere piuttosto che al difendere come MLXG, e dalle prestazioni altalenanti, quando c’è Karsa che è considerato uno dei migliori jungler, se non il migliore, da teamplay al mondo? Le squadre della LPL come al solito sembra che godano nel farsi del male, ma occhio che così si rischia di diventare soltanto una NA che non ha mai smesso di crederci….nell’arrivare alle semifinali e basta.

Per seguire le partite in diretta degli MSI troverete gli streaming dalle ore 11:00 sul canale twitch ufficiale di Riot Games per il cast internazionale, o su quello di PG Esports per quello in lingua italiana.

 

Videogiocatore da oltre 15 anni, prima su WoW, poi su LoL, che scopre con la finale dei Worlds 2014. Da quel giorno nasce il suo interesse per gli Esport, passione che lo ha portato prima a competere in due academy come giocatore e poi qui su queste pagine.